13 marzo 2018

Tutela consumatore e imprese, l’attività 2017 della Polizia Municipale

Tutela consumatore e imprese, l’attività 2017 della Polizia Municipale

Sono stati presentati in Municipio tutti i numeri, le sanzioni e le ispezioni dello scorso anno da parte del nucleo di vigilanza commerciale e annonaria


Sono numerose e impegnative le attività che sono state svolte nell’anno 2017 dalla Polizia Municipale in materia di tutela della libertà d’impresa e tutela del consumatore, che significa contrasto delle forme di commercio irregolari.

Il lavoro svolto nel 2017 dal nucleo di vigilanza commerciale e annonaria è stato presentato in Municipio dall’assessore alle Attività produttive, Commercio e Sicurezza Cristiano Casa e dal commissario superiore Marco Longagnani, responsabile S.O. Pronto intervento e Viabilità, affiancati dall’ispettore Mirella Rosin, che coordina questo tipo di attività.

“I dati che presentiamo oggi – ha introdotto l’assessore Casa – testimoniano un significativo lavoro effettuato dalla Polizia Municipale con grande professionalità per la tutela del consumatore, ma anche per coloro che nei propri esercizi lavorano nel rispetto delle regole, senza dimenticare le operazioni di presidio nelle zone problematiche e gli interventi nei mercati: un insieme di attività, svolte anche congiuntamente ad altri servizi, che hanno ricadute importanti sul territorio”.

Hanno illustrato nel dettaglio le attività effettuate e i dati relativi il commissario superiore Marco Longagnani, responsabile S.O. Pronto intervento e Viabilità, e l’ispettore Mirella Rosin.

I 9 agenti e l’ufficiale responsabile che compongono il reparto si occupano nello specifico di commercio in sede fissa, commercio su area pubblica, pubblici esercizi e circoli privati, eventi ricreativi, altre attività produttive/imprenditoriali e tutela del consumatore.

Le finalità degli interventi mirano alla tutela del consumatore e al contrasto della concorrenza sleale nella libertà d’impresa, oltre alla tutela della fruizione pubblica degli spazi, limitrofi alle attività commerciali di qualsiasi genere ed all’interno dei centri commerciali naturali, come ad esempio San Leonardo, Stazione, Ghiaia, Oltretorrente.

Nel corso dell’attività è stata prestata particolare attenzione alle segnalazioni effettuate dai cittadini riguardanti le carenze igienico sanitarie dei locali, come ad esempio la mancanza di pulizia dei bagni igienici, oppure la cattiva conservazione degli alimenti (a volte privi anche di tracciabilità). I controlli sono stati dedicati inoltre a verificare la tipologia delle frequentazioni, ovvero quali persone permangono all’interno ed all’esterno dei locali che possono in alcuni casi risultare un supporto logistico allo stazionamento dei pusher, che, collocandosi vicino alle attività e consumando sostanze alcoliche, alimentano nella popolazione/residenti un forte senso diffuso di insicurezza.

Dati attività 2017:

Esercizi commerciali in sede fissa
Ispezioni totali: 130
Esercizi di vicinato: 91 ispezioni, 44 violazioni amministrative accertate, 6 esercizi sospesi
Medie strutture di vendita: 25 ispezioni , 5 violazioni amministrative accertate
Grandi strutture di vendita: 14 ispezioni

L’attività ispettiva degli esercizi di vicinato è molto importante per la salute alimentare, a seguito del proliferare di negozi etnici, che spesso vendono prodotti alimentari privi di tracciabilità e senza rispettare la catena del freddo. Per questo vengono svolti anche controlli ispettivi congiunti al personale appartenente al Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione del Servizio Sanitario Regionale Emilia Romagna, che portano a ingenti sequestri di prodotti, alimentari surgelati e/o privi di etichettatura in lingua italiana, alcuni scaduti o avariati con la presenza di parassiti e nel caso in cui venga accertata una seconda grave violazione delle prescrizioni in materia igienico-sanitaria, il settore competente per materia del Comune di Parma dispone la chiusura definitiva dell’attività come è accaduto per 2 esercizi di vicinato etnici negli ultimi mesi del 2017.

Attività ispettiva congiunta:
Servizi notturni interforze: 4
Servizi congiunti con NAS – NIL: 4
Servizi congiunti con Ispettorato del Lavoro: 3
Servizi congiunti con SIAN: 12
Totale servizi: 23
Ispezioni totali: 48
Cessazione definitiva esercizi di vicinato etnici: 2

Pubblici esercizi e circoli privati:
Ispezioni totali: 180
Pubblici esercizi
Ispezioni: 167
Violazioni amministrative accertate: 212
Reati denunciati: 3
Limitazione nella vendita e somministrazione bevande alcoliche: 7

Circoli privati
Ispezioni: 13
Violazioni amministrative accertate: 9
Reati denunciati: 2

Pubblici spettacoli
Ispezioni nei locali e manifestazioni per pubblico spettacolo abusivo: 6
Violazioni amministrative accertate: 20
Reati denunciati: 6

L’attività di controllo della PM è svolta a tutela del fruitore di questi spazi di natura sempre diversa, a partire dalla realizzazione di serate danzanti con somministrazione, nell’area comune di strutture con una destinazione d’uso diurna ad uffici, agenzie d’affari ecc., che vengono trasformate in orari serali/notturni. Oppure in tenute con villa, piscina interna ed esterna, laghetti artificiali, piste da ballo e punti bar immersi nel verde e divanetti bordo piscina al chiaro di luna, senza alcuna autorizzazione per il pubblico spettacolo e senza rispettare le normative sulla sicurezza e prevenzione incendi.

Commercio su area pubblica e mercati
Sono stati svolti numerosi servizi mirati al controllo sulle attività svolte su suolo pubblico e nei mercati al fine di contrastare l’abusivismo commerciale, che si concretizza con la vendita di merce senza essere in possesso di autorizzazione, oppure con la vendita di oggetti con marchi contraffatti (numero pezzi 268 contraffatti, per un importo di € 5.500 circa, non contraffatti 2.300 per un importo di € 9.000,00 circa).
Servizi di spunta ai mercati: 653
Veicoli rimossi su aree di mercato: 99
Sanzioni al codice della strada accertate su aree di mercato: 379
Controlli commercio ambulante: 566
Violazioni amministrative accertate per commercio ambulante: 70
Sequestri amministrativi per commercio ambulante: 26
Violazioni amministrative accertate per commercio ambulante su mercati: 59
Sequestri amministrativi su aree di mercato: 1

Occupazioni di suolo pubblico
Altra verifica importante, a tutela dei commercianti che svolgono la loro attività in modo lecito, è il controllo dell’occupazione di suolo pubblico che spesso avviene in difformità o in assenza di concessione.
Ispezioni occupazioni suolo dehors: 30
Violazioni amministrative accertate occupazioni suolo dehors: 20
Controlli occupazione suolo pubblico: 43
Violazioni amministrative accertate occupazioni suolo pubblico: 26
Servizi congiunti con altre Forze dell’Ordine in materia commerciale: 23

Controllo attività artigianali/centri massaggi:
Ispezioni attività artigianali/centri massaggi: 79
Violazioni amministrative accertate presso attività artigianali/centri massaggi: 16

Provvedimenti adottati a seguito delle violazioni accertate
Sospensione attività artigianale: 15
Sospensione attività commercio ambulante: 10
Sospensione dell’attività svolta in difetto rispetto all’autorizzazione: 10
Limitazione nella vendita e somministrazione bevande alcoliche: 7
Sospensione attività esercizio di vicinato: 6
Esercizi di vicinato chiusi definitivamente con provvedimento amministrativo: 2

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *

*Svolgi l'operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.