10 luglio 2015

Turismo: le promesse non mantenute da Casa

Turismo: le promesse non mantenute da Casa

Unificazione degli uffici turistici, creazione di un portale, realizzazione di una Card Turistica


Era il 23 settembre 2014 quando l’Amministrazione Comunale presentò alla cittadinanza e agli operatori del settore il “Piano marketing del turismo di Parma”, con lo scopo di costruire un sistema di offerta turistica che potesse lavorare a favore di operatori turistici della città e del territorio. L’assessore Casa nel suo intervento focalizzò l’impegno dell’Amministrazione Comunale su diversi interventi da mettere in agenda in “un orizzonte temporale tra il 2014 e il 2017”.

In un progetto di così ampio respiro, previsto in diverse fasi, l’assessore al Turismo del Comune di Parma individuava alcune urgenze legate all’EXPO (che avrebbe aperto i battenti da lì a otto mesi). Entro fine 2014 unificare i due uffici turistici (quello di Piazza Garibaldi con il Parma Point di via Garibaldi), creare quindi un portale attraverso il quale il turista, da ogni parte del mondo, avrebbe potuto ottenere tutte le informazioni su Parma e il suo territorio e prenotare ogni tipo di struttura idonea all’ospitalità ed infine, sempre in proiezione EXPO, realizzare una Card Turistica, sull’esempio di altre città, con cui il turista avrebbe avuto la possibilità di accedere a Musei, servizi, trasporti ecc… in modo da poter fruire in maniera più veloce ed economica ai servizi offerti da città e territorio

Il primo maggio l’Expo è stato inaugurato, ma, a quanto ci risulta, nessuna di queste iniziative, definite dallo stesso Casa “urgenti” e legate all’EXPO, è andata in porto.

Ma per arrivare al 2017 … c’è ancora tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *

*Svolgi l'operazione *
Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.