5 dicembre 2018

Legionella: segnalati a Parma 14 probabili casi, in via di accertamento

Da / 2 settimane fa / Salute / Nessun commento
Legionella: segnalati a Parma 14 probabili casi, in via di accertamento

Si tratta di persone che risiedono o frequentano la zona sud/sud-est della città, già dimessi quasi tutti i ricoverati al Maggiore nei giorni scorsi


Sono stati segnalati a Parma 14 casi di possibile legionellosi, che risultano però tutti ancora in via di accertamento. Le segnalazioni sono arrivate da inizio novembre ad oggi al Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell’Azienda Usl di Parma. Si dovranno però attendere gli esiti di tutti gli esami ulteriori, effettuati dal centro di riferimento regionale di Modena, per una conferma diagnostica definitiva.

Per circa la metà dei casi segnalati si tratta di persone che risiedono o frequentano la zona sud/sud-est della città. Per alcune è stato necessario un breve ricovero all’Ospedale Maggiore, e la gran parte di loro è già stata dimessa nei giorni scorsi, tranne uno ancora in corso di guarigione. Il leggero aumento delle segnalazioni dei possibili casi di legionella, registrato nelle ultime settimane a Parma, ha richiesto l’attivazione di una fase più attenta e coordinata da parte di Aziende sanitarie, Comune di Parma e Regione, in stretta collaborazione tra loro per tenere monitorato costantemente il fenomeno e per fornire nuovi aggiornamenti nei prossimi giorni.

COS’E’ LA LEGIONELLA

La legionellosi è l’infezione causata da un batterio chiamato legionella, e colpisce l’apparato respiratorio. La legionella è un microorganismo molto diffuso in natura, che si trova principalmente associato alla presenza di acqua (laghi e fiumi, sorgenti termali, falde idriche ed ambienti umidi in genere). La legionella non si trasmette da persona a persona, né attraverso l’ingestione di acqua. L’infezione avviene attraverso l’inalazione di acqua contaminata sotto forma di aerosol generato da rubinetti, docce, impianti di condizionamento e idromassaggio. Le persone possono essere esposte a queste fonti in casa, nel luogo di lavoro o in qualsiasi luogo pubblico.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *

*Svolgi l'operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.