11 gennaio 2017

Da Provincia, Comune e Regione un appello per sostenere le Zebre Rugby

Da Provincia, Comune e Regione un appello per sostenere le Zebre Rugby

Il presidente Pagliarini: “Puntiamo molto sul sostegno delle realtà economiche locali”


Un pressante appello alle forze economiche a sostenere le Zebre Rugby è venuto delle istituzioni locali nel corso della conferenza stampa che si è svolta stamattina in Piazza della Pace. Vi hanno preso parte il Presidente della Provincia Filippo Fritelli, l’Assessore allo Sport del Comune di Parma Giovanni Marani, il consigliere regionale Alessandro Cardinali, il Presidente di Zebre Rugby Stefano Pagliarini, il consigliere della Federazione Italiana Rugby Stefano Cantoni e rappresentanti delle categorie economiche del Parmense.

“Le Zebre rappresentano una realtà sportiva che sta dando grande visibilità al nostro territorio e al Rugby, veri ambasciatori del Parmense, e la loro presenza crea un indotto turistico significativo;  per questo a nome dell’intera comunità provinciale abbiamo voluto condividere con le altre istituzioni questa richiesta di sostegno” ha spiegato  il Presidente della Provincia Filippo Fritelli.

Le Zebre Rugby sono a Parma dall’estate 2012, come franchigia federale, che fornisce alla Nazionale di Rugby dai 10 a i 15 giocatori; una realtà d’eccellenza, che compete con le squadre dei massimi livelli (4 gallesi, 4 irlandesi, 2 scozzesi e tra le 2 sole italiane col Benetton Treviso). L’anno scorso è stata la migliore delle italiane, conquistando il diritto di partecipare alla EPCR Champions Cup, la più prestigiosa coppa europea per club. I bianconeri ogni fine settimana gareggiano in giro per l’Europa oppure ospitano allo Stadio Lanfranchi di Parma squadre europee. Dalla stagione scorsa  2015/16 sono una realtà privata, ad azionariato allargato, con 60 soci circa.

Il Presidente delle Zebre Rugby Stefano Pagliarini ha illustrato con chiarezza  la situazione: “Abbiamo come obiettivo futuro quello di vincere il Guinness PRO12 e ce la possiamo fare, nonostante le difficoltà del momento. Per questo motivo puntiamo molto sul sostegno delle realtà economiche locali entro la fine del mese di febbraio, altrimenti potrebbero sorgere problemi. Senza un’adeguata sostenibilià economica la Federazione Italiana Rugby potrebbe valutare di riassegnare il titolo sportivo, non permettendoci continuare a partecipare a questi importanti tornei europei”.

Secondo l’Assessore allo Sport del Comune di Parma Giovanni Marani “Le Zebre meritano una possibilità, visto che puntano sull’italianità e sui giovani. Grazie al centro sportivo della Cittadella del Rugby di Parma ed allo Stadio Lanfranchi la squadra ha una posizione privilegiata rispetto ad altre realtà nazionali. Da parte delle Zebre c’è la disponibilità a radicarsi sul territorio, come testimonia il logo “Parma, Città della Gastronomia UNESCO” sulla loro maglia, occorre però mettere in campo un’attività più strutturata di promozione territoriale.  Questo è il momento di intervenire.”

Il consigliere regionale Alessandro Cardinali, riconoscendo che “le Zebre sono la squadra di punta non solo di Parma ma dell’intera Regione, anche come importanto strumento di crescita dei praticanti dello sport nel nostro territorio”, ha auspicato inoltre la costruzione di un progetto di promozione territoriale comune ed ha garantito l’impegno del Presidente della Regione Emilia-Romagna Bonaccini a diffondere l’appello tra le realtà economiche emiliano – romagnole.

Stefano Cantoni, consigliere della Federazione Italiana Rugby, oltre a ribadire la condivisione del progetto sportivo delle Zebre Rugby ha auspicato che qualche realtà economica del territorio risponda all’appello e che si crei un clima di serenità per la squadra, che ha grandi possibilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *

*Svolgi l'operazione *
Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.