7 luglio 2015

Procreazione assistita: accolte 180 coppie da gennaio

Procreazione assistita: accolte 180 coppie da gennaio

Al via i lavori di miglioramento al laboratorio diretto dal dottor Lorenzo Barusi, presso l’ospedale Maggiore. Dall’inizio dell’anno 122 cicli effettuati


 

Sono partiti questa settimana alcuni lavori di miglioramento e di completamento della ristrutturazione del laboratorio del Centro di Procreazione medicalmente assistita dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, predisposti per rispondere in maniera sempre più efficiente ai bisogni delle coppie che si recano presso la struttura specialistica del Maggiore.

Per tutta la durata dei lavori, che termineranno attorno alla metà di ottobre, i pazienti potranno continuare a effettuare l’analisi seminale e nulla cambia nel percorso dell’utenza per accedere all’esame. Resta regolarmente aperto l’ambulatorio di Procreazione medicalmente assistita, al primo piano del Padiglione Maternità (Pad. 13).

Il Centro, guidato dal dottor Lorenzo Barusi, afferisce all’unità operativa di Ostetricia e Ginecologia diretta dalla professoressa Tiziana Frusca e fornisce alle coppie un servizio specializzato per lo studio e la diagnosi della sterilità coniugale. Il Centro è riconosciuto dall’Istituto Superiore di Sanità come centro di 3° livello. Dall’inizio dell’anno sono state 180 le coppie che si sono recate presso la struttura dell’Ospedale di Parma, in questo periodo sono stati eseguiti 122 cicli di procreazione medicalmente assistita.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *

*Svolgi l'operazione *
Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.