13 novembre 2017

Prende a bottigliate conducente Tep, fermato da stranieri

Da / 2 settimane fa / Il fatto / Nessun commento
Prende a bottigliate conducente Tep, fermato da stranieri

È accaduto nei pressi della stazione. Il gruppo di senegalesi ferma l’aggressore fino all’arrivo delle autorità


Erano da poco passate le 18.30 di domenica 12 novembre quando un autista di Tep è stato aggredito da un diciottenne di origini tunisine. L’evento si è verificato nella pensilina della linea 2, presso la stazione ferroviaria. Il 61enne si trovava sull’autobus mentre aspettava l’orario esatto per procedere con il tragitto dell’autobus quando all’improvviso il giovane, evidentemente ubriaco e pericoloso, ha iniziato ad accanirsi contro le porte affinchè il conducente lo facesse salire, ma quest’ultimo lo ha prontamente allontanato. Una volta dalla fermata, il tunisino, con in mano una bottiglia, voleva a tutti i costi salire sul mezzo, rigorosamente senza biglietto, ma l’autista gli ha detto di no scendendo poi dal mezzo. A quel punto il ragazzo l’ha assalito colpendolo due volte alla testa con l’oggetto. Fortunatamente l’aggressore è stato fermato da un gruppo di senegalesi che hanno assistito all’accaduto, i quali sono riusciti a bloccarlo e a tenerlo fermo fino all’arrivo delle autorità, che hanno proceduto con l’arresto.

Il 61enne è stato trasportato al Pronto Soccorso, dove le sue condizioni non sono apparse gravi. Tuttavia l’episodio fa pensare ad un’altra aggressione avvenuta a fine agosto avvenuta nello stesso posto. Quella volta fu un conducente di autobus 51enne ad essere aggredito da un senegalese di 19 anni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *

*Svolgi l'operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.