8 novembre 2018

A Polesine Parmense November Porc “si rifugia” in paese…

A Polesine Parmense November Porc “si rifugia” in paese…

Sabato 10 e domenica 11 novembre, la “Staffetta più golosa d’Italia” aspetta buongustai e turisti. Nei ristoranti, per tutto il mese, “A tavola con November Porc”, ricordando Guareschi


POLESINE PARMENSE è, tradizionalmente, il secondo appuntamento di NOVEMBER PORC … speriamo ci sia la nebbia!, quest’anno giunta alla sua diciassettesima edizione. Per la situazione del Po, NOVEMBER PORC si trasferisce… in paese, ovvero, non si terrà (come al solito) all’interno dell’Argine del Grande Fiume, ma si dipanerà nelle vie del bel centro e dovrà fare a meno dello spazioso PalaPo.

Sabato 10 novembre – Alle ore 9, c’è l’apertura del mercato dei prodotti tipici che a Polesine si configura come un “Giro d’Italia” dei sapori e delle eccellenze, perché vi saranno i prodotti tipici della Bassa, affiancati da prelibatezze provenienti da ogni parte della Penisola, con un autentico confronto fra culture del cibo.

E via Roma, con Strada Palazzo Due Torri, costituiranno un enorme street food per la gioia dei buongustai. Non mancheranno intrattenimenti vari, fra cui l’ormai classico “Tiro al Salame”, il gioco ufficiale di November Porc, dove giocando si destina una cifra in beneficenza. Da segnalare anche il MENABREA BAR, birrificio attivo più antico d’Italia, sponsor ufficiale della kermesse, che per l’occasione propone la 150° Bionda e la 150° Ambrata, e lo stand del merchandising ufficiale di NOVEMBER PORC, dove si trova la nuova “linea” di felpe, magliette, grembiuli, spille e simpatici oggetti, fra cui il maialino-salvadanaio e il kit per le bolle di sapone.

Alle ore 16 si potrà assistere al solenne momento dell’immersione del “pretone” nella gigantesca pentolona di cottura, alimentata dal fuoco a legna, dove rimarrà a bollire tutta la notte cullato dal rumore del Grande Fiume.

Anche a Polesine non si è trascurata la sosta dei camper, ai quali sono destinati parcheggi in via XXV Aprile, via Provinciale vicino al Food Lab e alle Cave, via Argine Maestro.

Si ricorda che Domenica 11 novembre, la manifestazione più importante d’Europa legata al maiale, riapre alle 9 e che alle 15:30, i corpulenti uomini del Po, eredi dei vecchi barbùter (barcaioli), seguendo un preciso rituale, solleveranno il gigantesco prete (anno scorso fu di 380 chili) preparato con cura e dedizione da una squadra di sapienti ed esperti norcini e, dopo averne accertata la buona riuscita della cottura, sarà distribuito gratuitamente ai presenti!

Nei ristoranti aderenti alla Strada del Culatello, per tutto il mese, c’è “A Tavola con November Porc”, con menù a prezzi concordati. Quest’anno, per ricordare il “papà” di Peppone e don Camillo, verranno proposti anche piatti ispirati a Guareschi.

Sono 110 anni dalla nascita (e 50 dalla morte) di Giovannino Guareschi che, narrando la Bassa parmense, diede vita (letteraria) a Peppone e a don Camillo. Così, una delle iniziative collaterali di NOVEMBER PORC, èBusseto Festival Guareschi – cinema, teatro e trattorie” che, per tutto il periodo, a Busseto, espone la mostra “Giovannino Guareschi fotografo 1940-1952” (piazza Verdi) e “Giovannino a Busseto, fotocronaca della nebbia” (via Roma). Sabato 10 novembre, al Teatro Verdi si tiene la prima delle 5 proiezioni dei films di maggior successo che portarono sul grande schermo le avventure di Peppone e don Camillo (si prosegue ogni sabato, ore 17:00, fino al 9 dicembre – ingresso libero), con interventi di personalità della cultura, fra cui Giorgio Vittadini, Michele Guerra, Umberto Brindani, Filiberto Molossi, Massimo Mezzetti, Egidio Bandini.

L’altra iniziativa collegata a NOVEMBER PORC è CASA NEBBIA a San Secondo Parmense, allestimento temporaneo (fino al 9 dicembre, sabato e domenica, orario 10:30-12:30 / 15-18 – ingresso gratuito) curato dal Comune con l’apporto dell’Associazione Everelina, che vuol far conoscere l’aspetto buono un elemento caratterizzante del territorio e componente essenziale per l’economia della Bassa: senza la nebbia, ad esempio non si avrebbe la particolare stagionatura di formaggi e salumi di eccellenza (Culatello di Zibello DOP e Parmigiano Reggiano per primi). Il percorso è impreziosito da suggestive foto di Paolo Panni, Angelo Bolsi, Guido Zoni e Giuseppe Bocelli. CASA NEBBIA è collocata nelle Scuderie della Rocca dei Rossi, con un percorso guidato che vuole ripercorrere le stanze di una casa della Bassa (dalla cantina alla stalla), dove si effettueranno anche attività didattiche per le scolaresche (collegate al Museo del Mondo Piccolo di Fontanelle) e incontri per adulti. Domenica 11 Antonella Ramazzotti parlerà di “A Tavola con l’Arte”, poi altri si succederanno ogni domenica fino al 9 dicembre. Sabato 24 novembre si terrà un laboratorio di analisi sensoriale del Culatello di Zibello guidato dal professor Federico Romano. Si potrà abbinare l’ingresso a CASA NEBBIA ad una visita guidata alla Rocca (a prezzo scontato).

November Porc, il secondo weekend di scena a Polesine!

La “Staffetta più golosa d’Italia” fa la seconda tappa della sua XVII edizione a Polesine Parmense (9-11 novembre). Domenica il Pretone

0 comments

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *

*Svolgi l'operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.