11 ottobre 2018

Pizzarotti sul caso Euro 4: “Italia paese delle retromarce, noi no”

Pizzarotti sul caso Euro 4: “Italia paese delle retromarce, noi no”

Su FB il Sindaco critica la decisione della Regione in merito al dietro front sui blocchi. La replica di Gambarini, FI: “Piuttosto potenzi il trasporto pubblico locale”


In seguito alla decisione della Regione Emilia-Romagna di fare dietro front sul blocco della circolazione delle auto Euro 4, è arrivata la critica secca di Pizzarotti.

Così il Sindaco su Facebook: “La battaglia in difesa della qualità della vita e contro l’inquinamento, che in Emilia Romagna è tra i più gravi d’Europa, va fatta senza arretrare di un passo. L’Italia è il Paese delle retromarce, dei brodini e degli annacquamenti: o si va avanti diritti o è meglio non far nulla. Noi, insieme a Modena e Reggio Emilia, non siamo d’accordo sulla retromarcia relativa al blocco del traffico, attuata soprattutto su spinta dei Comuni della Romagna. La Lega esulta? Non ha capito che questa non è una battaglia ai cittadini: oggi di inquinamento si muore, qualcuno lo deve pur dire. Perciò Parma si adeguerà alla direttiva Regionale che sbloccherà gli Euro 4 dalle limitazioni al traffico, ma dal 2019 penseremo in autonomia a blocchi in difesa dell’aria di Parma”.

A questa presa di posizione del primo cittadino di Parma ha fatto seguito la reazione di Francesca Gambarini, commissario provinciale di Forza Italia: “Il sindaco Pizzarotti dice che non si deve arretrare nella battaglia contro l’inquinamento. E allora perché non si impegna per una politica ambientale seria? Perché non investe per potenziare, migliorare e rimodernare il trasporto pubblico locale? Perché non invoglia i cittadini a usare l’autobus aumentando le corse e diminuendo i prezzi dei biglietti? Troppo complicato? Certo, è più facile fare gli iperambientalisti e lottare contro le macchine a diesel euro4, annunciando la volontà di bloccarle di nuovo fra pochi mesi. E se si crea un enorme disagio a tanti cittadini che dovrebbero comprare una macchina nuova, poco importa! Perfino il suo amico Bonaccini ha fatto retromarcia ma il sindaco di Parma insiste. Pizzarotti, quindi, getta la maschera e continua la sua corsa a sinistra del Pd portando avanti, insieme ai Comuni a guida Pd Reggio e Modena, una battaglia contro i cittadini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *

*Svolgi l'operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.