6 dicembre 2017

Piazzale Santa Croce, aggredito 30enne ivoriano

Da / 1 settimana fa / Il fatto / Nessun commento
Piazzale Santa Croce, aggredito 30enne ivoriano

L’uomo, che lavora in un kebab di via d’Azeglio, è stato aggredito da un gruppo di giovani bianchi. In suo soccorso il titolare che è stato a sua volta colpito da un pugno


Si è verificata un’aggressione a sfondo razzista ai danni di un dipendente di origine ivoriana della pizzeria-kebab Carpe Diem, in via D’Azeglio.

L’episodio è avvenuto lo scorso 25 novembre. Era all’incirca l’una di notte quando il 30enne originario della Costa d’Avorio, che aveva appena finito di lavorare, è stato assalito presso piazzale Santa Croce da un gruppo di giovani, parzialmente coperti da berretti neri. Gli sconosciuti, senza un apparente motivo, prima l’hanno insultato con epiteti come “Negro di m*” e poi pestato.

La vittima è riuscita a telefonare al suo datore di lavoro, un 50enne di origine algerina, il quale si è immediatamente recato sul posto per cercare di fermare gli aggressori, ma è stato a sua volta colpito da un pugno ricevuto al petto.

È stato il titolare del locale a sporgere denuncia nei confronti dei cinque assalitori, tutti di carnagione bianca, i quali però sono riusciti a dileguarsi prima dell’arrivo delle forze dell’ordine, facendo perdere le proprie tracce. La prognosi per entrambe le vittime del pestaggio è di quindici giorni, poichè le ferite sono state giudicate guaribili in pochi giorni.

Il consigliere Marion Gajda ha esposto l’episodio in Consiglio Comunale esortando le “forze politiche che fomentano questa intolleranza verso gli stranieri di fermarsi”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *

*Svolgi l'operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.