16 febbraio 2016

FONDAZIONE SOLARES A SENISE

FONDAZIONE SOLARES A SENISE

E’ la parmigiana “Solares, Fondazione delle Arti” ad aver prodotto lo spettacolo teatrale che debutterà la prossima estate nel cosiddetto “macroattrattore di Senise” in provincia di Potenza


E’ la parmigiana “Solares, Fondazione delle Arti” ad aver prodotto lo spettacolo teatrale “La Magna Grecia, il Mito delle Origini”, che debutterà la prossima estate nel cosiddetto “macroattrattore di Senise”, imponente anfiteatro da 2500 posti costruito sull’omonima diga che si trova in provincia di Potenza. Il progetto è nato qualche anno fa, con un bando di gara varato dal comune di Senise, per la realizzazione di un anfiteatro e l’ideazione e messa in scena di uno spettacolo. Stefano Caselli di Solares ci spiega l’origine e la natura del progetto.Perché avete deciso di partecipare a questo bando?

Serviva una competenza multidisciplinare che noi abbiamo. Si tratta di uno spettacolo sull’arrivo dei Greci in Occidente e lo spettacolo è stato realizzato con effetti speciali, proiezioni cinematografiche, battaglie e danze dal vivo. Sono circa 80 le persone in scena tra figuranti e danzatori. In Francia sono molto più avanti di noi su questo tipo di progetti, qui sono i primi esperimenti che vengono portati a termine. Questo spettacolo si compone di varie categorie di divertimento e il tutto avviene sull’acqua, ci sono navi che combattono con effetti luce, il tutto sullo sfondo di un vero lago.

“La Magna Grecia” debutterà a giugno 2016, quante repliche sono previste e da chi è composto il cast?

Lo spettacolo verrà replicato tutte le estati con 25-30 rappresentazioni l’anno. Il cast degli attori importati: Giancarlo Giannini, Claudio Santamaria, Sabrina Impacciatore e Caterina Murino prevende che gli interventi siano registrati, la narrazione avviene per immagini, mentre sulla scena figuranti e danzatori spiegano quello che avviene in video. Ad esempio, se il nostro eroe Claudio Santamaria parte per una spedizione, alle sue immagini proiettate si sovrappone la partenza dei suoi uomini, c’è un richiamo continuo tra quello che narrano le immagini e quanto avviene sulla scena.

Qual è il valore socio-culturale di un’operazione come questa?

La regione Basilicata con questo progetto ha voluto creare un “macroattrattore” capace di attirare pubblico e quindi turismo verso di sé. I primi Greci sbarcarono proprio a Metaponto, a Eraclea e incontrarono non una civiltà al livello di quella greca ma comunque insieme cominciarono a costruire un nuovo tipo di società europea, si vuole così rivendicare la paternità di queste origini. La direzione artistica di Emir Kusturica contribuisce a rendere questo un progetto all’avanguardia, capace di raccontare un’epopea classica introducendo elementi di modernità e rendendo lo spettacolo in grado di divulgare cultura ed arte ad un’ampia porzione di pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *

*Svolgi l'operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.