21 gennaio 2016

Festa Capodanno: solo a Moroder cachet 71,5mila euro

Festa Capodanno: solo a Moroder cachet 71,5mila euro

Pagati attraverso un incarico alla Fondazione Regio. Tutti i costi sostenuti, nel dettaglio, per la festa in piazza Garibaldi. Spesi tutti i 115mila euro prenotati


Dopo le polemiche e le discussioni arrivano le cifre a fare chiarezza. Per quel che riguarda il costo dell’ingaggio dell’artista Moroder, la cifra pagata è desumibile dall’incarico che il Comune ha fatto alla Fondazione Teatro regio, alla quale è stato chiesto di provvedere alla stipula del contratto, che è di 71.500 euro. Non tanto distante dai 100mila che tanto avevano fatto discutere.
Ma andiamo con ordine, qualche mese fa uscì la notizia che il quasi settantasettenne Giorgi Moroder sarebbe stato ingaggiato dal Comune di Pama per la festa dell’ultimo dell’anno, alla cifra di quasi 100mila euro, a seguito delle polemiche intervenne l’assessore Ferraris, dichiarando che  questa sarebbe stata la spesa massima eventuale e non quella reale e che molte risorse sarebbero state spese per la sicurezza. Disse: “È stata pubblicata una determina a contrarre, cioè un atto che stabilisce la cifra massima di spesa, che è fissata a 115mila euro. Una cifra che include tutta l’organizzazione dell’evento, e che non necessariamente verrà impegnata tutta. Particolarmente significativa sarà la voce relativa alla sicurezza e ci saranno sponsor pubblici e privati”.
Ma adesso, terminata la festa, si possono fare tutti i conti. Per quanto riguarda le entrate da sponsor si devono registrare 5.978,00 euro dalla Fondazione Teatro regio e 1.200,00 dalla ditta Pro Music. Per un totale di 7.178,00. E veniamo ora alle spese, oltre al cachet di Moroder:
Per la Siae risultano spesi circa 6.000 euro, per garantire un presidio di pronto soccorso sono stati spesi 800 euro versati all’Azienda Ospedaliera, mentre per i Vigili del Fuoco di Parma 688 euro e all’Ivri 264: per un totale di 7.850 euro circa.  Altre spese poi sono state sostenute per 1395 per incarichi professionali per un coordinatore della sicurezza, 17.568,00 sono stati poi dati all ditta Pro Music per service tecnici e 3.952,80 alla cooperativa Studio e Lavoro per il disbrigo delle pratiche e di 3.660,00 per i vigilantes alla ditta One.
Insomma, fatte tutte le somme e detratti gli sponsor, risultano spesi complessivamente integralmente i 115mila euro prenotati, escludendo tutte le incombenze a carico di partecipate e altri settori, quali deviazioni autobus, transennamenti, pulizie o permessi presso Infomobilty.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *

*Svolgi l'operazione *
Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.