5 ottobre 2017

Donato un respiratore alla Neonatologia per ricordare Anna Burgio

Da / 3 settimane fa / Il fatto / Nessun commento
Donato un respiratore alla Neonatologia per ricordare Anna Burgio

Il marito Marco Ceruti dona un respiratore alla Neonatologia del Maggiore nell’anniversario della scomparsa della moglie


Un legame d’affetto che si rinnova attraverso un gesto di generosità per gli altri: è infatti con una donazione al reparto di neonatologia dell’Ospedale di Parma che Marco Ceruti ha voluto ricordare la scomparsa della moglie Anna Ceruti Burgio – insegnante, scrittrice, pittrice innamorata della propria città – avvenuta il 5 ottobre del 2013.

Professore all’Università e medico chirurgo in ostetricia e ginecologia al Maggiore di Parma per quasi trent’anni, Marco Ceruti ha infatti scelto di celebrare così ogni anniversario: offrire un sostegno concreto per migliorare il percorso assistenziale di chi è in cura. Porta il nome della moglie un’ambulanza donata alla Croce Rossa così come una targa ricorda Anna Burgio sull’apparecchio per dializzati e sull’ecografo di ultima generazione del Centro dialisi di via Pintor.

Questo 5 ottobre ho pensato ai bambini, a quelli più piccoli – ha dichiarato il professor Ceruti – e in accordo con il direttore della Neonatologia Cinzia Magnani ho messo a disposizione dei piccolissimi pazienti un apparecchio che migliori la loro respirazione”.

La donazione riguarda un respiratore neonatale di ultima generazione che permetterà a medici e personale infermieristico del reparto di assistere al meglio il neonato con insufficienza respiratoria, una delle patologie più frequenti di questa fascia di età, e di portarlo gradualmente, attraverso una ventilazione adeguata, all’autonomia respiratoria. La spiegazione arriva dalla professoressa Cinzia Magnani che sottolinea come la nuova apparecchiatura donata aumenti la potenzialità di intervento della Neonatologia di Parma che potrà così avere a disposizione una postazione aggiuntiva con prestazioni all’avanguardia nella gestione dei neonati con insufficienza respiratoria, confermando l’Ospedale dei Bambini di Parma punto di riferimento nella rianimazione neonatale. Un sentito ringraziamento è arrivato dal direttore generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma Massimo Fabi: “Siamo particolarmente grati al dottor Ceruti perché ci ha reso partecipi di un gesto d’amore che contribuisce a migliorare i percorsi di cura per i pazienti e lascia un segno tangibile per un’intera comunità. Davvero grazie”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *

*Svolgi l'operazione *
Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.