13 ottobre 2016

Demolizioni nel Baganza: gli insediamenti abusivi scesi da 97 a 92

Demolizioni nel Baganza: gli insediamenti abusivi scesi da 97 a 92

Secondo le dichiarazioni del consigliere comunale Savani l’opera di messa in sicurezza del Comune sarebbe ben lontana dall’essere conclusa


A due anni dall’alluvione proseguono le demolizioni nell’alveo del torrente Baganza. La situazione di bonifica e di messa i  sicurezza, però, è ben lontana dall’essere conclusa, secondo le dichiarazioni del consigliere comunale di minoranza del M5S di Parma Fabrizio Savani.

“L’assessorato all’urbanistica e lavori pubblici, guidato da Michele Alinovi aveva puntato anche su questo aspetto strategico per migliorare la sicurezza idrogeologica del territorio, dopo l’alluvione del 2014 – si legge in una nota emessa dal Comune stesso – Demolire edifici in alveo, infatti, significa agevolare il flusso delle acque anche in caso di piena. Altri due proprietari di insediamenti abusivi hanno provveduto spontaneamente alla demolizione dei manufatti oggetto di ordinanza di demolizione. L’assessore all’Urbanistica, Opere pubbliche e edilizia privata Michele Alinovi ha espresso apprezzamento per la decisione di queste proprietà di procedere alla demolizione in maniera autonoma, chiudendo vicende avviate da decenni, senza costringere il Comune  ad intervenire d’ufficio anticipando spese che in ogni caso sarebbero poi ricadute sui proprietari“.

Il punto, stando all’intervento di Savani durante l’ultimo Consiglio comunale, è che il numero di manufatti abusivi nell’alveo del Baganza era 97 unità; con i lavori messi in campo dal Comune, tale cifra sarebbe scesa a 92. Una situazione ancora non risolta, quindi, forse perché secondo le dichiarazioni rilasciate dal sindaco Pizzarotti tale fenomeno non avrebbe inciso sull’alluvione, le cui cause sarebbero da ricercare altrove. Affermazioni non esattamente in linea con quanto scritto dal suo assessore, Alinovi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *

*Svolgi l'operazione *
Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.