6 febbraio 2018

Chirurgia guidata dalla fluorescenza: l’ospedale di Vaio protagonista in Europa

Da / 10 mesi fa / Salute / Nessun commento
Chirurgia guidata dalla fluorescenza: l’ospedale di Vaio protagonista in Europa

Una sostanza sicura che, iniettata in vena, consente lo studio in tempo reale della vascolarizzazione sanguigna e linfatica di diversi organi


Dimostrare l’utilità dell’angiografia con verde d’Indocianina durante interventi di chirurgia mininvasiva in sedi anatomicamente difficili. Questo l’obiettivo dell’Unità Operativa dell’ospedale di Vaio, protagonista in Europa nell’ambito della chirurgia guidata dalla fluorescenza.

“Il verde d’Indocianina è una molecola sviluppata negli anni ’50 nei laboratori di ricerca della Kodak per la fotografia ad infrarossi. Nel 1959, è stato approvato il suo utilizzo in ambito clinico e da allora è stata impiegata per eseguire indagini diagnostiche di cuore, fegato, occhio e polmone” – ha spiegato Vincenzo Violi, direttore dell’Unità Operativa.

“Questa molecola diventa fluorescente quando illuminata con luce ad infrarossi. Se iniettata in vena, consente uno studio in tempo reale della vascolarizzazione sanguigna e linfatica di diversi organi tra cui il colon, oltre a facilitare lo studio anatomico dell’albero biliare. E’ una sostanza sicura non ha effetti collaterali. La strumentazione necessaria al suo utilizzo è un rilevatore di fluorescenza”.

Lo studio è stato presentato a San Gallen, in Svizzera, all’11° Congresso Europeo di chirurgia colorettale. Mentre a Strasburgo, in Francia, l’Unità Operativa dell’Ospedale di Vaio sta partecipando alla costituzione di un Registro europeo di pazienti trattati con questo metodo.

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *

*Svolgi l'operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.