28 settembre 2015

Cambiare la raccolta differenziata: 3.800 firme (anche Nuzzo)

Cambiare la raccolta differenziata: 3.800 firme (anche Nuzzo)

Ghiretti: “L’obbiettivo è togliere i rifiuti dalla strada e far crescere la consapevolezza in tutti i cittadini”


Ecostation, ecowagon, raccolta notturna, tariffazione puntuale, intensificazione dei controlli, cartellini gialli, multe e sanzioni. Mentre il Comune prosegue la sua crociata a favore del rigore e del rispetto di orari e del corretto conferimento, parallelamente prosegue la campagna di raccolta firme che vorrebbe siglare una tregua tra una politica considerata da una parte troppo vessatoria e dell’altra, comunque, inefficace dati i numerosi problemi che continuano a  manifestarsi in città.

Per chi ha avviato la campagna di raccolta firme, occorrerebbe solo un pò più di ragionevolezza e realismo, come dire: “Se la montagna non viene a Maometto, Maometto va alla montagna”. E’ inutile perseverare a cercare di chiedere ai cittadini e soprattutto a Iren, qualcosa che non sono in grado di garantire. Perché non attuare soluzioni che possano aiutare a risolvere i problemi, senza ricorrere solamente ad uno stato di polizia?

E questo è il senso della proposta di Parma Unita, promotrice della raccolta firme da poco più di tre settimane e che ha però già raggiunto le 3.800 adesioni, per chiedere di modificare la differenziata in città introducendo i cassonetti intelligenti. Solo in un giorno sono state 700 le nuove sottoscrizioni ai banchetti allestiti nella giornata di sabato in via Mazzini, un’occasione che ha portato a casa anche un risultato politico, perché tra i firmatari c’è un consigliere comunale del M5S, da tempo in dissenso con il Sindaco Pizzarotti, Mauro Nuzzo.

“L’entusiasmo che accompagna questa iniziativa – ha spiegato Roberto Ghiretti di Parma Unita – ci fa capire che la nostra proposta va nella giusta direzione, che è quella di apportare dei correttivi importanti alle modalità di gestione del servizio per rendere più semplice il lavoro di tutti, togliere i rifiuti dalla strada e far crescere la consapevolezza in tutti i cittadini”.

La raccolta firme prosegue, le prossime date: lunedì 28 in piazzale Maestri, martedì 29 in viale Osacca, mercoledì 30 piazza Ghiaia, giovedì 1 ottobre in via Zanguidi nel quartiere Montanara, venerdì 2 in piazzale Lubiana e per finire sabato 3, sempre in viale Mazzini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *

*Svolgi l'operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.