28 aprile 2016

Aemilia: Comune e Provincia parti civili nel maxi processo

Aemilia: Comune e Provincia parti civili nel maxi processo

Il tribunale di Reggio Emilia respinge le eccezioni delle difese. La richiesta di risarcimento del Comune estesa ad altri 24 reati-fine


Il tribunale di Reggio Emilia ha respinto le eccezioni delle difese e così, nel maxi processo Aemilia, saranno parti civili Comune e Provincia di Parma.

La richiesta risarcimento al Comune di Parma non riguarderà solo l’associazione mafiosa, ma è estesa anche ad altri ventiquattro reati-fine (delitti a cui è finalizzata l’associazione mafiosa) commessi sul suo territorio e si rivolge, quindi, contro ulteriori ventisei imputati. Inoltre, dati i ritmi rapidi e incalzanti del tribunale di Reggio è probabile che si giunga alla fase conclusiva del dibattimento di primo grado entro la prima metà del prossimo anno, come confermato dall’avvocato Stefano Sarchi.

 

o-RIFORMA-GIUSTIZIA-AMMINISTRATIVA-PUNITI-PREMIER-facebook

Processo Aemilia, dopo le condanne arrivano le confische

Si tratta dei beni posti sotto sequestro preventivo nel 2015: 50 tra appartamenti e pertinenze a Sorbolo nella parte nuova di quartiere Venezia

0 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *

*Svolgi l'operazione *
Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.